domenica 30 ottobre 2011

pensavo di star bene e invece....

Questa settimana ho rivisto Lo Stronzo. potrei dirvi che ci sono capitata per caso nel posto dove lavora, ma sarebbe una bella bugia. Sicuramente sono andata li per salutare altri amici, ma si, era anche per vedere lui.
Alla fine è come quando cadi da cavallo, devi risalire subito se no poi prendi paura e non ci vuoi salire più.
Infondo sto bene, mi ero detta. Sono serena, sicuramente non mi farà più effetto.
si, credici.
ho ritardato il più possibile il momento in cui l'avrei visto.
poi lui è entrato nella stanza, mi ha sorriso e mi ha salutato come se fossimo grandi amici.
Io fuori sorridevo come se andasse tutto bene, come se non mi avesse strappato il cuore dal petto, ma dentro sentivo qualcosa cedere.
Ovviamente una persona normale avrebbe salutato e se ne sarebbe andata. Ma sono mai stata una persona normale?
Sono rimasta li, sorridente e sprezzante. Forse volevo dimostrare che non mi importava più nulla di lui, e vi dirò, forse ci sono addirittura riuscita, ma a che prezzo?
sono stata li con questo sorriso misto paralisi mentre lui raccontava di quante belle cose fa con la sua morosa.
Ma sapete qual'è la cosa peggiore?
Che non riesco ad odiarlo per ciò che ha fatto, provo solo tanta tristezza per l'occasione che non ci ha dato.






8 commenti:

  1. Se può consolarti, io avrei fatto la stessa cosa. Sarei stata lì, come te e, come te, avrei continuato a ridere, e scherzare, e chiacchierare, come se non mi avessero masticato il cuore e poi risputato fuori con disprezzo. Ma l'avrei fatto per me, non per lui. L'avrei fatto per dimostrare a me stessa che posso rimettermi in sella, ricominciare a camminare, e poi a correre. L'avrei fatto per dimostrare che sono forte, e ce la faccio, e ci vuole molto più che un maschio per vedermi crollare.
    Mi colpisce molto la frase che hai scritto: "tristezza per l'occasione che non ci ha dato".
    Ho incontrato anch'io molte persone che non hanno voluto concedere, a sé stessi e a me, una possibilità.


    Un sorriso. Antonia.

    RispondiElimina
  2. Perchè è questo che fa più male. Non la fine, ma qualcosa che muore prima di iniziare. Perchè la fine chiude una porta. Sai perché finisce. Ma non aver nemmeno tentato ti lascia quel sapore di se e di ma.

    RispondiElimina
  3. ti ammiro perchè non lo odi...
    alla fine l'odio è un nobile sentimento che non
    va sprecato a vuoto (discorso lungo che non farò).
    Se non ti ha dato l'occasione, secondo me, era
    perchè non ci credeva (per non dire di peggio)...
    alla fine non hai perso nulla.
    Se fosse stato un grande non avrebbe fatto quei
    discorsi...

    RispondiElimina
  4. sarebbe stato peggio vedere la cosa iniziare e poi
    vederla finire senza l'impegno... li avresti avuto
    i se e i ma...
    firmato:
    il tuo stalker (guarda che non mi è piaciuto... grrrrrrrrrrrr)
    anche se poi mi hai chiamato "honey"

    RispondiElimina
  5. gnè gnè... :-)

    RispondiElimina
  6. come stai, ti è passata? ;)

    RispondiElimina